In arrivo l’assegno temporaneo per i figli minori

L’attesa per l’entrata in funzione del c.d. assegno unico universale, che andrà a sostituire le varie misure di supporto per i figli (es. assegno per i nuclei familiari con tre figli minori, bonus bebè, premio alla nascita, assegni per il nucleo familiare), continuerà fino al 2022, visto il rinvio dell’attuazione della legge delega.

Per ovviare a questa “mancanza” con il D.L. 79/2020 è stato introdotto un assegno temporaneo per i figli minori (c.d. assegno ponte).

Per accedere all’assegno, il nucleo familiare richiedente deve essere in possesso di un ISEE inferiore a 50.000 euro e il richiedente deve rispettare i seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea, o suo familiare titolare del diritto di soggiorno;
  • essere cittadino di uno Stato non appartenente all’UE, in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
  • essere soggetto al pagamento dell’imposta sul reddito in Italia;
  • essere domiciliato o residente in Italia e avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d’età;
  • essere residente in Italia da almeno 2 anni, anche non continuativi, oppure esser titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.

L’assegno ponte viene corrisposto per ogni figlio minore d’età in base al numero dei figli e alla situazione economica della famiglia attestata dalla dichiarazione ISEE.

Si va da un massimo di 217,80 euro mensili per ogni figlio, per i nuclei con ISEE fino a 7.000 euro e con almeno tre figli minori, fino ad un minimo di 30 euro mensili per ogni figlio, per i nuclei con ISEE di 50.000 euro e con meno di tre figli minori.

In ogni caso gli importi sono maggiorati di 50 euro per ogni figlio minore con disabilità.

Le domande andranno formulate all’INPS e il beneficio, compatibile con il reddito di cittadinanza e con la fruizione di eventuali altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate da Regioni e Comuni, decorrerà dal mese di presentazione della domanda.

Semplifica la tua ricerca di informazioni utili

Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita

Parla con noi

Se hai bisogno di una squadra di consulenti che ha a cuore le tue esigenze, vieni a trovarci allo studio.
Oppure chiama, manda una mail, un fax, un messaggio su whatsapp o sui social…
Ti servono solo un paio di minuti, contattaci adesso.

  • Via J.F.Kennedy, 63- 98051 Barcellona P.G. (ME)
  • +39 090 9796698
  • + 39 090 5720002
Studio Mamì - Logo Footer

Studio Mamì | Via J.F.Kennedy, 63 - 98051 Barcellona P.G. (ME) | Tel +39 090 9796698 - Fax +39 090 5720002 - info@studiomami.it | P. IVA: 02121020834

Privacy Policy
Cookie Policy
Credits

Benvenuto sul sito dello Studio Mamì

KbxBotIcon