Srl

Nuove modifiche ai limiti per la nomina di un organo di controllo nelle srl.

“Modifica alle modifiche”, si potrebbe titolare: infatti, sono stati rivisti nuovamente i limiti al superamento dei quali scatta l’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore per le Srl.

La precedente modifica, che sarebbe entrata in vigore il 16/12/2019, rendeva di fatto molto ampia la platea delle Srl che avrebbero dovuto dotarsi di tale figura, anche se qualificabili come micro-imprese.

Essa prevedeva che la società fosse obbligata alla nomina dell’organo di controllo o del revisore in caso di superamento per 2 esercizi consecutivi di almeno uno dei seguenti limiti (mentre prima erano 2):

1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: € 2.000.000;

2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 2.000.000;

3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 10 unità.

Per evitare di generare particolari disagi, il Governo è intervenuto con una nuova modifica che innalza i limiti previsti.

Con la conversione ufficiale in legge del Decreto Sblocca Cantieri è stato nuovamente modificato quanto previsto dal secondo e terzo comma dell’articolo 2477 del codice civile, stabilendo l’obbligo di nomina dell’organo di controllo nel caso di superamento per due esercizi consecutivi di almeno uno dei seguenti parametri:

– attivo patrimoniale: 4 milioni di euro;

– ricavi da vendite e prestazioni: 4 milioni di euro;

– numero di dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 20 unità.

Sono stati quindi raddoppiati i limiti previsti inizialmente. Basterà tuttavia superare anche uno solo dei parametri di cui sopra, sempre in relazione al periodo temporale dei due esercizi consecutivi, per far scattare l’obbligo di nomina dell’organo di controllo.

 

 

Studio Mami - News - limiti nomina organo di controllo/revisore srl

Modifica ai limiti per la nomina di un organo di controllo nelle srl

Sono stati modificati i limiti al superamento dei quali scatta l’obbligo della nomina dell’organo di controllo o di un revisore, rendendo di fatto molto più ampia la platea delle Srl che dovranno dotarsi di tale figura, anche se fossero qualificabili come micro-imprese.

La nuova versione prevede che la società sia obbligata alla nomina dell’organo di controllo o del revisore se ha superato per 2 esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti (mentre prima erano 2):

1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: € 2.000.000;
2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 2.000.000;
3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 10 unità.

Ne consegue che tale obbligo potrebbe rendersi applicabile anche alle Srl “micro”, ossia quelle che possono redigere il bilancio delle micro imprese perché per 2 esercizi consecutivi non hanno superato 2 dei seguenti limiti:

1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: € 175.000;
2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 350.000;
3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 5 unità.

Il nuovo obbligo decorrerà entro i 9 mesi successivi alla data di entrata in vigore del decreto legislativo, quindi entro il 16.12.2019 le Srl dovranno nominare l’organo di controllo o revisore e, se non adeguato, modificare lo statuto.

Archivi

Semplifica la tua ricerca di informazioni utili

Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita

Parla con noi

Se hai bisogno di una squadra di consulenti che ha a cuore le tue esigenze, vieni a trovarci allo studio.
Oppure chiama, manda una mail, un fax, un messaggio su whatsapp o sui social…
Ti servono solo un paio di minuti, contattaci adesso.

  • Via J.F.Kennedy, 63- 98051 Barcellona P.G. (ME)
  • +39 090 9796698
  • + 39 090 5720002
Studio Mamì - Logo Footer

Studio Mamì | Via J.F.Kennedy, 63 - 98051 Barcellona P.G. (ME) | Tel +39 090 9796698 - Fax +39 090 5720002 - info@studiomami.it | P. IVA: 02121020834

Privacy Policy
Cookie Policy
Credits

Benvenuto sul sito dello Studio Mamì

    KbxBotIcon